Buongiorno Miss!

Sento suonare al citofono, “Uffa!!!” penso “Chi osa interrompermi durante il rito del cappuccino?” così con tono scocciato chiedo “Chi è?!?!”
Dall’altra parte una voce intimidita risponde “Sono il corriere signora, c’è un pacco per lei”.
L’idea di ricevere un pacco mi piace e con uno squillante e rassicurante “Scendo subito!!!” mi precipito per le scale.
Con il pacco tra le mani risalgo in casa.

Ecco, lo appoggio sul tavolo della cucina, finalmente posso aprirlo, mentre sento che i miei occhi si stanno lucidando per l’emozione di aver ricevuto qualcosa di inaspettato.
Man a mano che scarto sgrano sempre di più gli occhi, come se con lo sguardo potessi aiutare le mani a togliere l’involucro più velocemente. Ormai li tengo talmente sbarrati che credo di assomigliare ad uno di quei personaggi dei cartoni giapponesi che guardavo da bambina, occhi enormi, sempre lucidi e pieni di stelline!!!
Ci sono, ho tolto tutto l’imballaggio, afferro con impeto il sacchetto e sento cadere qualcosa a terra, mi abbasso per controllare sotto la sedia e, chi ti vedo?
“Buongiorno Miss!!!- esclamo- Come è andato questo viaggio dal nord?”
È sicuramente stanca e anche un po' accaldata considerando quanto è rossa!!!
Scusandomi le dico: “Mi spiace, come se non fosse bastato il viaggio, ti sei anche beccata una bella caduta, a causa della mia imprudenza!!!”
Mentre le parlavo pensavo: “Cavolo però, c'è chi ha fatto una grande scoperta dopo averti visto cadere da un albero!!! Io, invece, come farebbe una pazza ci sto parlando con te!!!”, ma non importa e continuo:
“Vedrai, oggi, faremo grandi cose insieme!! Sei entrata nella mia magica cucina, non potremo fare a meno di divertirci!!!”
Poi come rapita la mia mente torna indietro nel tempo ……………
Con la mia Miss un po’ ammaccata ancora in mano, guardo in giù e vedo i miei piedi, che sono ben appoggiati sul pavimento, il quale, però, a poco a poco si va dissolvendo. Ero inerme come un bersaglio davanti all’arciere, quando certi eventi ti colpiscono non ti lasciano il tempo di schivarli, ero stata scelta, colpita, centrata!
La paura di sprofondare, torna prepotentemente alla memoria, il ricordo è così vivo che provo di nuovo quell’orribile sensazione. Il pavimento non può reggere il mio Peso ed io sono destinata ad essere risucchiata, inesorabilmente, nel buco nero delle mie non-certezze.
Ho bisogno di un appiglio che non si sgretoli come tutto il resto attorno a me: guardo le mie mani eccola la mia Miss Rossa, il mio Qui ed Ora!!!
Il parquet del mio appartamento all'ultimo piano è integro, ora ne sono certa!

Oggi ho la consapevolezza che quel pavimento rappresentava le mie Certezze, quelle certezze crollate. I miei piedi il mio controllo e ormai avevo ben chiaro che perdere certezze, vedersele sgretolare e caderci sopra, passando per il vuoto, per il nulla, mi aveva fatto una gran paura!!! A quel tempo, però, non mi rendevo conto del grande errore che stavo commettendo, pensavo che la mia vita, come quella di ognuno di noi, si basasse solo su convinzioni precostituite.
Tutto è imprevedibile e tutto può accadere, oggi con questa Sola Certezza quella paura non l'ho più!!
“Cara la mia Miss, ora andiamo davvero a divertirci!!!!!!!!!! “

Ingredienti per la spugna alla mela:
50 gr di succo di mela
mezza bacca di vaniglia
30 gr di farina 00
25 gr di zucchero a velo e
90 gr di albume.

Prendiamo una bella mela e ricaviamone un centrifugato di circa 50 gr e mettiamolo in un pentolino con mezza stecca di vaniglia aperta, facciamolo ridurre, poi uniamolo al resto degli ingredienti in un contenitore alto a tubo. Passiamo con il frullatore a immersione per amalgamare tutto.
Mettere la crema in un sifone, caricare con due cariche di gas e far riposare in frigo a testa in giù per almeno due ore.
Prendere un bicchiere di plastica, tagliare il fondo a Y, riempire con la crema del sifone fino a ¾, capovolgere su carta forno e mettere in forno a microonde per 50 secondi a W900. Tirare fuori e far riposare e freddare.

Ingredienti per il sorbetto al melograno:
500 gr di succo di melograno
20 gr glucosio
3 gr di colla di pesce.

Mettere la colla di pesce in un contenitore con acqua fredda per qualche minuto.
Mettere tutti gli altri ingredienti in una pentola e far sciogliere il glucosio. Spegnere, far freddare leggermente e unire la colla di pesce strizzata.
Far freddare e poi inserire in gelatiera e far andare con il programma sorbetti. Riporre in un contenitore in freezer (non fate come me che non l'ho fatto per motivi di tempo e poi mi sono ritrovata le quenelles che dopo due minuti si scioglievano sul piatto!!!)

Lavare bene una mela e ricavarne con uno stampo delle formine a cerchio, passare in pentola con uno sciroppo di zucchero per farla caramellare un po’, togliere e appoggiare da parte.

Sulla stessa pentola, nella quale è rimasto un pochino di sciroppo di zucchero, aggiungere un po’ di succo di melograno e far rapprendere un pochino, fino a formare una bella glassa di colore ciclamino.

Montare il piatto a vostro piacimento mettendo sotto un letto di sciroppo di zucchero e succo di melograno, qualche pezzettino di spugna di mela, una o due quenelles di sorbetto al melograno, qualche cubetto di mela caramellata, dei pinoli tostati e qualche chicco di melograno.

Un ringraziamento speciale va a Fufi che mi ha supportato, a Fabio che, in extremis, mi ha prestato il sifone perché il mio ha deciso all'ultimo di smettere la sua esistenza e ad AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) che mi ha proposto di fare una ricetta con “La Mela di AISM” che sabato 11 e domenica 12 ottobre potrete trovare in 3000 piazze italiane!!!
PER SAPERNE DI PIU’

Foto e Video by Vanessa Illi


Articoli correlati:
- ME LA mangio!
link: www.corrinforma.com

Buongiorno Miss! Condividi questo articolo
Copyright © 2014 Domani è un altro forno... di Alessandra Petterini. C.fisc: PTTLSN79S69L191B. All right reserved | Project by Life Color