La Magia di Milano-Rapallo andata e purtroppo ritorno...

La Magia di Milano-Rapallo andata e purtroppo ritorno...

Ci sono luoghi dove il tempo sembra essersi fermato, dove ad ogni sguardo scopri qualcosa di nuovo, cosicché gli occhi non sono mai appagati. Ci sono luoghi dove tutto è in perfetta armonia il colore del mare si fonde con le tinte vivaci delle case e tutto sembra seguire il ritmo delle onde, perfino le caratteristiche finte finestre dipinte sulle facciate delle abitazioni!!!
Così, con gli occhi puntati sul vetro opaco del vagone dell'Intercity Milano-Rapallo osservo il paesaggio, arrivo in stazione, cercando disperatamente di scaricare i bagagli...e per bagagli intendo un ottanta kg totali!!
Perché è sempre così, quando faccio le valigie penso ad ogni eventualità meteo, sociale, di dissesto politico, di calamità naturali e non!!!
Riesco comunque a mettere a terra quei massi, alzo gli occhi e vedo Stefano venirmi incontro!!!
Ci abbracciamo e ci salutiamo e dopo avermi proposto di porgergli una valigia, credo, dallo sguardo, abbia avuto voglia di mangiarsi la lingua!!! Ma ormai era troppo tardi, guarda caso a lui è capitata proprio la più pesante!
Valigia in spalla lui, più sciolta nel passo e rotellizzata io, ci addentriamo negli stretti carruggi di pietra irregolare, intervallati da tombini dorati con lo stemma della Città.
Mi guardo attorno e mi metto un po' con il naso all'insù (potendomi permettere un ottimo equilibrio non avendo il peso in spalla!! altrimenti ci sarei finita completamente all'insù sdraiata per terra!!!) così posso ammirare le facciate dai colori vivaci decorate con il classico “trompe d'oeil” alla genovese alternate ad antiche abitazioni con l'accesso incorniciato da lastre in ardesia lavorata.
Mmmmm mi son detta: Mi piace proprio qui!!!
Camminando ho subito assaporato la tranquilla vivacità che regna nei piccoli paesi! Saluti e allegri scambi di battute, tra abitanti e commercianti ci hanno accompagnato lungo il percorso che ci portava nella piazzetta di El Dòlz!!!
Il passo di Stefano accelerava, così come cresceva la mia voglia di metter piede nel suo laboratorio di dolcezze!!!
Arriviamo ed entrando avverto la sensazione di esserci già stata, perché il total white non è ottico e freddo, ma caldo e avvolgente come gli occhi della ragazza che ti saluta da dietro il bancone!!! Finalmente parcheggiamo le mie valigie e provvedo subito a mettere gli abiti da lavoro. La voglia di guizzare nel laboratorio e iniziare, è incontenibile!!!
Si inizia, intervallando il lavoro al saluto dei clienti!!
Eh si, perché da El Dòlz non si va solo per fare una semplice colazione o per prendere un caffè pomeridiano accompagnato da un Dòlz o da un gelato, ci si va per avere un bell'inizio di giornata o uno sprint per ricominciare il post-pranzo, fatto di saluti e di chiacchiere!!!
Stefano ha questa fantastica caratteristica innata di accogliere magicamente il cliente con la maestria di un Mago!!!
Tra stampi in silicone, aromi di cioccolato bianco e griglie, iniziamo il lavoro!!
Un duro e dolce lavoro!!! Eh già perché Stefano mi sottoponeva a continui esami: assaggiare sotto il suo sguardo indagatore le specialità del El Dòlz. Che fatica! Che stress! Sommersa da piattini e alzatine con su dolci di ogni tipo! Che fatica ad ogni assaggio, non poter fare a meno di socchiudere gli occhi e non riuscire a trattenere il sorriso. Che fatica non riuscire a farsi pervadere da un senso di serenità e appagamento! Davvero certi sapori ti scaldano il cuore, tutto appare sotto una luce diversa! Finita la giornata lavorativa ci apprestiamo ad andare al “Parla come mangi” di Guido Porrati grande estimatore e conoscitore di prodotti tipici marchigiani!! Passo l'uscio del locale e………….mi ritrovo di fronte allo schermo del pc di Guido aperto sulla pagina di “Domani è un altro forno”!!! Benché imbarazzata mi è uscito un sorriso, e non sono riuscita ad esimermi dal fotografare il momento....poi mi guardo intorno, e sono circondata dai vini, e così inizio il mio tour tra i migliori prodotti tipici italiani disposti in maniera certosina, con amore e tanta tanta passione!!
Ecco questo è proprio quel tipo di negozio che se avessi vicino casa mi porterebbe alla rovina economica perché mi ripeterei di continuo: Questo mi serve, di questo non posso fare a meno!!!!
Guido è una di quelle persone che ti fa il pieno di energia, quando descrive i suoi prodotti questi avessero un’anima, come se il contenuto della confezione fosse dotato di una propria personalità!!!
Usciti da “Parla come mangi” ci siamo diretti al porto per una passeggiata, che meraviglia che incanto: un bell’acquazzone!!!!! Sarà meglio andare a cena, ci siamo detti. Quale posto migliore se non “da Rocco”???
Cucina siciliana!!!
Beh che ve lo dico a fare!!!
Ci siamo deliziati con piatti della tradizione sicula affidandoci alla maestria di Rocco che per il suo ristorante pretende il massimo della qualità!!
Ormai la densissima giornata volge al termine...
Il giorno successivo provvediamo ad alcune preparazioni e poi alla consegna per un matrimonio in un posto davvero speciale, Portofino, Castello Brown.
Ovviamente Castello Brown non si trova sulla mitica piazzetta, no, il castello è inerpicato sul monte di fianco e per raggiungerlo l'unico modo è una lunga stradina con un 80% di pendenza e una pavimentazione di pietra liscia. Per fortuna quel giorno avevo scelto un paio di stringate maschili con il fondo di cuoio e il tacco 12 era stipato nella valigia.
Ci viene incontro Guido che ci fa da guida (permettetemi il gioco di parole ma sostituirlo con la parola Cicerone faceva troppo Roma e noi eravamo a Portofino!!!) Quindi, iniziamo il fuori percorso, Stefano con la sua immancabile sciarpina a toni marini e la camicia, in mano una torta e dei monoporzione...io....beh io....due scatoline di macarons, sufficiente come peso visto che spesso cado anche da ferma!!!
Arrivati dopo la lunga camminata abbiamo disposto i desserts e Guido ci ha portati a visitare il Castello dandoci modo di ammirare la visuale di Portofino e dintorni. Da quel punto...è decisamente Meravigliosa!!!
Mi viene da tirare un sospiro di piacevolezza!!!
Ma dobbiamo ripartire per scendere, prendere il battello che ci riporterà a Rapallo per ricominciare a pasticciare nel laboratorio di El Dòlz!!!!
Iniziamo con un vortice di colori vivaci!!!
Urca che Macarons Stupendi coloratissimi e perfettissimi nella forma!!!
Inforniamo e ci sediamo fuori con una coppa di gelato artigianale, senza dimenticarci di buttare di tanto in tanto un occhio al forno....
Mi permette di toglierli dal forno, li vedo e ….il mio sguardo appoggiato sui quei dolcetti croccanti e meravigliosamente coloratissimi, mi fanno sprizzare gli occhi di gioia!!!
Che dire???
Se capitate a Rapallo una tappa da Stefano El Dòlz è d’obbligo... perché come potrete leggere sulla vetrina:
El Dòlz .. è
un momento piacevole da vivere..
la prima idea golosa della giornata..
un attimo di debolezza gustativa..
tutto ciò che il tuo palato desidera..
una coccola che vi meritate..
il giusto finale di una magica serata..
solo un innocente peccato di gola..
Perché è giusto che sia..

Copyright © 2014 Domani è un altro forno... di Alessandra Petterini. C.fisc: PTTLSN79S69L191B. All right reserved | Project by Life Color